La Provvidenza delude e supera le nostre aspettative

Dalla prima lettura di oggi della XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B) Es. 16, 2ss:
Gli Israeliti la videro e si dissero l’un l’altro: «Che cos’è?», perché non sapevano che cosa fosse. Mosè disse loro: «È il pane che il Signore vi h
a dato in cibo».

Anche noi diciamo "man-hu", "che cos'è", quando Dio provvede a noi nei modi e nelle forme che non ci aspettavamo. Ed è bene che Lui "deluda" le nostre attese pur senza privarci del "pane della provvidenza", qualunque esso sia. Infatti il nostro cuore ha bisogno di educarsi alla scuola della Sapienza e non a quella delle personali e piccine vedute di orizzonte e talvolta delle nostre isterie.
Quanto è difficile ma quanto è bello e compiuto (e realmente adulto) arrendersi veramente all'Amore del Padre.
Qui è la lode perfetta.