Rassegna stampa etica

Deve gareggiare con maschi che si dicono femmine. Protesta, ma viene censurata

L’incredibile caso di Chelsea Mitchell. La ragazza più veloce del Connecticut denuncia l’ingiustizia con una tribuna su Usa Today, che le cambia il testo sostituendo a “maschi” la parola “transgender”

Continua su tempi.it