Rassegna stampa Speciali

FromWeb: Diplomazia al lavoro per la tregua

Almeno 139 morti, tra i quali quaranta bambini e venti donne. Questo l’ultimo tragico bilancio delle vittime palestinesi causate dall’inizio del conflitto, che anche in Israele ha causato nove morti. Nella notte raid israeliani hanno continuato a colpire la Striscia di Gaza. L’episodio più cruento è avvenuto nel campo profughi di Al Shati, nel nord della Striscia, dove le bombe israeliane hanno distrutto un palazzo di tre piani, uccidendo un’intera famiglia: dieci persone, tra le quali due donne e otto bambini, secondo quanto riporta l’agenzia palestinese Maan. L’unico sopravvissuto è un bambino di un mese soltanto. Secondo fonti delle Nazioni Unite almeno 10.000 palestinesi sono stati costretti a fuggire dalle loro case a causa delle operazioni militari in corso. Israele ha denunciato il lancio di 200 razzi da Gaza nelle ultime 12 ore. Questa mattina le sirene di allarme sono scattate a Tel Aviv a causa di una serie di razzi esplosi da Hamas, uno dei quali ha colpito un edificio nella zona di Ramat Gan.
Leggi su Osservatoreromano.va